Love stories

Daisy, una storia d’amore a lieto fine

Quella di Daisy è una delle tante storie sul legame, a volte sofferto, tra un cane e il suo proprietario. Può capitare che eventi non voluti, o situazioni che mai avremmo immaginato, si rivelino passaggi obbligati di un percorso. La storia di Daisy è, di fatto, una di queste situazioni, e ci insegna che l’amore verso una creatura vivente viene sempre, in qualche modo, ripagato.

Mery e Daisy
Mery Rigo è da sempre amante dei cani. Nel 2009 assieme al marito decide di fare accoppiare Nora e Leon, due meticci molossoidi, parte della famiglia ormai da tempo. Così Nora regala a Mery una cucciolata molto particolare: cinque cani completamente diversi per aspetto e taglia.

Sono tutti splendidi e teneri nei loro primi movimenti impacciati ma la coppia non è in grado di tenerli tutti, così Mery decide di spargere la voce e regalarli, dichiarando da subito che in caso di problemi è disponibile a riprenderli con sé. I cinque partono, uno dopo l’altro, e il distacco per Mery è ogni volta una sofferenza.

Passano 6 mesi e una mattina la famiglia affidataria di Daisy chiama Mery per dirle che le cose non vanno.
Il cane è problematico, instabile, ingestibile, non riescono ad educarlo, sporca ancora in casa. Così un bel giorno la cagnolina torna dalla sua famiglia di origine.

Mery si sente in qualche modo responsabile di questo fallimento, e decide di tenerla per un po’ con sé per cercare di capire cosa non va. Appena la liberano, Daisy si lancia in una corsa senza controllo, buttandosi sulla sua padrona e rischiando di travolgerla, poi si mette a girare in tondo impaurita e confusa.

Quando i suoi affidatari se ne vanno, il cane piagnucola solo per un attimo. Nei giorni seguenti continuerà a comportarsi in modo strano, spaventata, emozionandosi facilmente e facendo pipì come i cuccioli, ad ogni carezza.

Mery e suo marito cominciano a darle tanto affetto e attenzioni e Daisy gradualmente comincia a rispondere agli inviti, anche se obbedisce remissiva e con una luce di timore negli occhi, come in attesa di una reazione violenta.

In qualche settimana Daisy migliora e guarda con fiducia i suoi nuovi proprietari. Alla fine Mery si decide, non senza esitazioni:  avvertirà la famiglia affidataria che il cane è in grado di tornare da loro, che ha semplicemente molto bisogno di affetto e di carezze. Ma i suoi padroni non la vogliono più.

Lieto fine
Oggi Daisy è un cane equilibrato e sensibile, affettuoso e intelligente. Un cane unico. Ora che con il suo musetto è diventata testimonial di Oasy, cosa penseranno i suoi primi proprietari?